martedì 13 febbraio 2007

Ictus: notizie buone e meno buone



Carandang R et al. Trends in incidence, lifetime risk, severity, and 30-day mortality of stroke over the past 50 years. JAMA 2006 Dec 27; 296:2939-46

Questo imponente studio retrospettivo su una coorte,
effettuato in 3 intervalli di tempo (1950-1977, 1978-1989, and 1990-2004) ha studiato l'incidenza, la severità e la mortalità dell'ictus nel corso degli ultimi 50 anni.
I risultati sono per alcuni versi incoraggianti; si è evidenziato un significativo calo di incidenza dell'ictus e del rischio per pazienti con età superiore a 65 anni. Le notizie non buone sono invece la scarsa riduzione sia della severitò che della mortalità dello stroke. Questi dati confermanopiù che mai la necessità di non abbassare la guardia sulla prevenzione sui fattori di rischio.

Nessun commento: