giovedì 22 febbraio 2007

Un libro tra storia della medicina e musica



Il libro di cui vedete la copertina qui sopra è l'ultima fatica di Luigi Turinese, qui in coppia con Riccardo de Torrebruna.
Luigi è un collega ma soprattutto un amico.
Per presentare il suo libro ho pensato che la cosa migliore fosse utilizzare le parole degli autori:
"La vita di Samuel Hahnemann è il viaggio vertiginoso di uno sperimentatore votato a rinnovare l’intero apparato della medicina dei suoi tempi e, forse, dei nostri.
Per raccontarla è stata composta una “sonata in cinque movimenti”, alla maniera di Mozart, suo contemporaneo, in cui lo spartito si divide idealmente in due. Da una parte gli squarci “in diretta” di alcuni dei momenti più significativi della sua biografia, un’intrusione nel suo mondo privato, nelle sue passioni e nei suoi pensieri, quasi la sceneggiatura di un film sul mestiere della ricerca. Dall’altra, la cronologia dei passaggi cruciali delle sue scoperte, la nascita dell’omeopatia e il percorso del suo sviluppo descritti in modo essenziale, ma con un corredo accurato di documenti e di citazioni originali.
Il libro si propone di aprire ai neofiti nuovi orizzonti sul significato della “cura” e di fornire agli esperti una diversa opportunità per “vedere” un grande maestro all’opera, senza i consueti scivolamenti celebrativi, recuperando piuttosto le ombre e le crisi di un personaggio di enorme statura, ai più ancora sconosciuto. Sull’onda della polemica che ciclicamente cospira contro l’efficacia dell’omeopatia e dei suoi rimedi, questa biografia tratta in modo assolutamente nuovo l’argomento e presenta Hahnemann non solo come un pioniere del metodo scientifico, ma come un precursore della medicina olistica."

1 commento:

Bijou ha detto...

molto interessante questo spunto musicoterapeutico... ultimamente ho letto molti libri di Oliver Sacks, in cui si parlava della musica, come fonte positiva nei pazienti...
mi piace il tuo blog...e i commenti critici (Bollani) sono molto più costruttivi di qualunque altra cosa...quindi grazie.